skip to Main Content
+39 0364 1946205 info@terapiaparkinson.it
  • it

Nel giugno del 2013 mi fu diagnosticato il Parkinson.Prima della diagnosi,per un periodo di alcuni anni sentivo sintomi diversi :tremori interni,blocchi nella scrittura,rigidità muscolare,stanchezza e depressione.Decisi,quindi di recarmi autonomamente da un neurologo;la diagnosi fu Parkinson.Oltre alle medicine e ad alcuni consigli pratici di come gestire la malattia,cioè la raccomandazione di camminare almeno 1h al giorno,più niente. Mi fu prescritto l’esame DAT SCAN che confermò la diagnosi. Da quel giorno,ogni 6 mesi,mi sono recata al controllo per verificare l’ efficacia dei medicinali cosa che  ho sempre fatto ,ma al di là di questo niente più.Quel giugno del 2013 mi è crollato il mondo addosso.Tutte le sere ero collegata a internet per conoscere nel bene e nel male questa malattia,per cercare di contrastarla.Nessuno degli specialisti consultati mi ha mai dato informazioni che andassero oltre la farmacologia.I cosidetti CENTRI PARKINSON da me frequentati non erano altro che distributori di medicinali.La domanda che mi ponevo costantemente era”Come è possibile che non esista un centro che affronti tale problema a 360° ,dalla cura farmacologica all’aspetto psicologico a quello motorio?”Nel mese di luglio ho fatto ricerche più mirate e ho scoperto REGEN.Subito,solo alla lettura della presentazione,mi sono sentita “volare” dalla felicità di aver trovato un centro che mi sembrava desse risposte a tutte le mie domande.Ho prenotato un appuntamento,ho avuto il piacere di conoscere ALEX una persona stupenda che conosce perfettamente i nostri problemi e si pone le nostre domande perchè anch’essa è colpita dal Parkinson.Mi sono subito sentita presa per mano dall’equipe del centro,accompagnata in questo percorso assieme ad altri compagni di avventura.L’equipe è eccezionale:umanità,competenza,dolcezza, incoraggiamento,responsabilità,capacità di coinvolgimento in tutto quello che pensi,fai o vorresti fare .Sono partita da casa dimenticandomi l’ antidepressivo,ero tanto impegnata e presa dalle attività del centro che non ne ho sentito il bisogno;,ora ,dal ritorno  non lo uso poi si vedrà!Subito dopo il primo incontro ,mi sono sentita rassicurata,ho provato un senso di tranquillità che dura tuttora e spero continui così.La’ mia’ Fisioterapista ,come tutti gli altri,è una ragazza eccezionale,mi ha trasmesso una energia ,una positività che spero mi accompagni ancora.Questo è un punto di forza del centro,credere fermamente che non solo i farmaci,ma anche il movimento, gli esercizi mirati a correggere la postura errata  possono rallentare il Parkinson.In uno degli incontri è stato detto:”Prima andavamo ai100 orari ,ora andiamo agli 80,poi si vedrà,ma intanto vado e vado da sola.”.Non ho più paura quando sento un dolore un crampo alla mano (questa è l’ultima novità)la spalla bloccata, il piede che striscia. salgo sul tapisrulan o sulla cyclette e faccio qualche  esercizio che Agata mi ha insegnato.Ho fatto mio il motto del centro REGEN:DI PARKINSON NON SI GUARISCE,NON LO SI BLOCCA,MA LO SI PU0 RALLENTARE .Mi sono imposta di seguire i consigli che mi avete dato durante gli incontri :fare cose che mi danno soddisfazione,eliminare lo stress inutile distinguendo ciò che è importante  da ciò che non lo è.Al ritorno da questa favolosa settimana,anche se faticosa,mi hanno chiesto dove sono andata in ferie,perchè avevo un aspetto ringiovanito.Non sono le ferie,ma ciò che mi avete trasmesso dentro che mi ha ringiovanito.Ormai che vi ho trovato non vi lascio più. Arrivederci al prossimo anno e grazie!!!!!!!

 

EMILIA

Back To Top
×Close search
Cerca